Nuova Sabatini: Novità e statistiche circa uno dei provvedimenti che ha maggiormente contribuito...

 Nuova Sabatini: Novità e statistiche circa uno dei provvedimenti che ha maggiormente contribuito...

Novità per la Sabatini

30/08/2018

Cambiano le regole della Nuova Sabatini: la Circolare del 3 agosto scorso amplia l’elenco dei beni Industria 4.0 e semplifica la procedura di accesso all’agevolazione.

Sono ora ammessi alla maggiorazione del 3,575% - prevista per investimenti riconducibili al Piano Nazionale “Industria 4.0” – i beni immateriali rientranti nelle categorie software, sistemi e system integration e piattaforme e applicazioni.

Il provvedimento approva inoltre la nuova modulistica da utilizzare per la richiesta di finanziamento. La domanda dovrà essere compilata in formato elettronico e sottoscritta mediante firma digitale, e andrà inviata esclusivamente tramite PEC alla banca/intermediario finanziario a cui si chiede il finanziamento. Sono previsti controlli a campione al fine di verificare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà rilasciate dalle imprese in fase di richiesta di erogazione.

Statistiche Nuova Sabatini

Secondo le statistiche aggiornate al mese di giugno è già stato prenotato l’83% delle risorse disponibili sulla Nuova Sabatini, complessivamente si tratta di un importo complessivo di oltre un miliardo di euro.

Sono ancora disponibili 212 milioni di euro per le piccole e medie imprese che hanno in programma nuovi investimenti. La misura finanzia l’acquisto - anche in leasing - di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

L’agevolazione è subordinata a una richiesta di finanziamento bancario o leasing, e consiste in un contributo erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Tale contributo è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al 2,75% per gli investimenti ordinari, e del 3,575% per gli investimenti in tecnologie Industria 4.0.