Depuratori a coalescenza a candele filtranti

Depuratori a coalescenza a candele filtranti

La serie di depuratori a coalescenza a candele filtranti di IMAS Aeromeccanica è adatta a tutte le applicazioni in cui sia necessario filtrare nebbie d’olio intero o emulsionato, anche con presenza di polveri e silicati.

La gamma comprende filtri e depuratori funzionanti in depressione, di diverse dimensioni, per montaggio all’interno o all’esterno, in grado di trattare portate d’aria fino a circa 65000 m3/h.

Tutti i modelli sono dotati di vasca inferiore per la raccolta e l’eventuale riutilizzo dell’olio filtrato e possono essere dotati di pressostato differenziale per il controllo dell’intasamento delle candele filtranti, sistema di pulizia in controcorrente ad aria compressa ecc.

A seconda del modello, si possono avere diversi stadi di filtrazione all’interno della stesso depuratore e diverse tipologie di candele filtranti, come ad esempio candele metalliche o candele in fibra di vetro.

All’interno delle candele filtranti a coalescenza la separazione degli inquinanti dall'aria è dovuta ad una serie di meccanismi che si innescano fisicamente al suo interno e che andiamo a descrivere di seguito.

  1. Impatto inerziale tra particelle inquinanti microniche e fibre. Nel caso di particelle dell’ordine di grandezza del micron, il moto è deviato tangenzialmente dal flusso dell’aria, cioè dalla direzione del gas aspirato, per cui si ha l’urto della particella contro la fibra della candela filtrante.
  2. Diffusione “Browniana” per particelle submicroniche: le particelle più piccole, di solito inferiori ad un micron, tendono a seguire la direzione del flusso del gas intorno agli ostacoli. Il movimento che ne deriva è detto Browniano (dallo scienziato che ne ha studiato gli effetti) e quindi si ha una deviazione dell’inquinante verso la superficie della fibra filtrante della candela.
  3. Intercettazione diretta: la particella può seguire il flusso del gas ed essere raccolta senza impatto inerziale o diffusione Browniana se il flusso del gas è abbastanza vicino alla fibra della candela. Si consideri una particella con un diametro di 1 micron, se essa segue il flusso che passa entro 0,5 micron della fibra, la particella toccherà la fibra e ne sarà raccolta.

Mano a mano che le gocce di olio vengono a contatto con la superficie della candela filtrante, queste tendono ad aggregarsi dando luogo al fenomeno vero e proprio della coalescenza, cioè il formarsi di agglomerati di gocce che precipitano verso il basso per gravità, andando a depositarsi nella vasca di raccolta.

APPLICAZIONI

Lavorazioni meccaniche quali ad esempio asportazione truciolo, fresatura, tornitura, elettroerosione, stampaggio, tranciatura e taglio.

Copyrights © Imas Aeromeccanica S.r.l.